TUTTI SOTTO IL BANCO!

Come ben si sa, gran parte del territorio della nostra penisola è soggetto a rischio sismico. Ne consegue che anche le scuole pubbliche vengano coinvolte.

Infatti in Italia sono ben 19.000 gli edifici scolastici su 43.072 situati in zone sismiche. Un dato sicuramente allarmante, ma l’aspetto che desta più preoccupazione è che la maggioranza di essi non sono progettati secondo standard anti-sismici, poichè risalenti alla seconda metà del secolo scorso. I diretti interessati della problematica non sono solo gli studenti, ma anche i professori ed il personale ATA.
L’inadeguatezza delle strutture pubbliche è un problema al quale la sola prevenzione non basta a farvi fronte, ma è necessario l’intervento diretto dello Stato.
L’ istruzione e la sicurezza sono un diritto.

L. CIUFFARELLA
VG