La forma dell’acqua

Il 19 febbraio, giorno dell’assemblea d’istituto, gli alunni dell’ITE si sono recati presso il cinema “Multisala Sisto” di Frosinone , per partecipare al progetto cinema con la visione del film “La forma dell’acqua”.

Le tematiche trattate sono state molteplici e tra queste il tema della discriminazione razziale.
La protagonista è Elisa, una giovane donna muta, che lavora come donna delle pulizie in un laboratorio scientifico di Baltimora . Il periodo è quello della guerra fredda. Elisa è amica di Zelda, una donna di colore, che lotta per i suoi diritti di donna e di afroamericana, e di Giles, un uomo di sessant’anni ,
accompagnato dal costante rimorso di non aver vissuto la vita che voleva ,ma di essersi adeguato alle regole della società. Il filo che unisce le varie tematiche è l’amore di Elisa per una strana creatura, un uomo-pesce che vive rinchiuso nel laboratorio dove lavora la giovane. Il film, pur nella sua “assurda” trama, ci insegna come la forza dell’amore possa far sentire le persone complete , anche se non lo sono e come si possano vincere i pregiudizi!

MUSA A. IIIF