#invitoacorte

“Notte Bianca della Legalità”: evento organizzato dall’Associazione Nazionale Magistrati.

Un #invitoacorte per i ragazzi del 4D

Affascinante e formativa. Questi gli aggettivi che hanno usato gli alunni della classe 4D del Liceo Scientifico del Martino Filetico per descrivere l’esperienza vissuta alla Corte di Cassazione il 6 Maggio per “La notte bianca della legalità”. Già solo la vista del “Palazzaccio”, con la sua maestosità e imponenza, lascia impressionati, ma al contempo rende più consapevoli dell’importanza che questa istituzione ricopre, incarnando la sacralità che possiede  l’ ultimo grado di giudizio italiano: questa è stata l’occasione e il privilegio di poter entrare nel cuore della Giustizia, un mondo che spesso appare distante, in modo particolare per dei ragazzi di provincia. La manifestazione si   è aperta con un caloroso benvenuto da parte dei rappresentanti delle Istituzioni presenti e soprattutto dal Primo Presidente della Corte di Cassazione, Giovanni Canzio e dal Presidente della Corte di Appello di Roma, Luciano Panzani, che hanno saputo coinvolgere con la loro autorevolezza e la loro grande esperienza i giovani sulla questione della legalità, ritenuta a volte scontata. Sono intervenute all’evento con riflessioni e ricordi anche personalità dello spettacolo, quali l’attore Carlo Verdone e il conduttore televisivo Tiberio Timperi. Dopo l’iniziale accoglienza, i giovani hanno potuto visitare l’ interno della Corte di Cassazione, guidati da alcuni tutor davvero preparati e verso le ore 18:00 sono stati condotti in una maestosa aula dove hanno partecipato ad un incontro tenuto dal magistrato Gianrico Carofiglio. Il tema della discussione ha riguardato le verità processuali e l’errore giudiziario, da cui è emerso il fattore psicologico e umano della giustizia. L’ abile ex Pubblico Ministero ha infatti dimostrato, attraverso dei casi esemplari, come i ricordi dei testimoni convocati in aula per raccontare la propria versione dei fatti sono spesso fallaci e contradditori, mettendo in luce quante variabili e difficoltà emergono durante un’ indagine per arrivare alla sentenza di condanna di un imputato. Dopo una pausa buffet, allestita dagli alunni di un istituto alberghiero romano, l’evento è culminato nella serata con la trattazione di tematiche molto forti, quali la legalità, il disagio giovanile, l’ uso di sostanze stupefacenti, la violenza sulle donne, la discriminazione sessuale e l’ immigrazione. Il confronto tra i ragazzi e alcuni autorevoli uomini di giustizia è risultato particolarmente avvincente grazie alla partecipazione di alcuni personaggi famosi del mondo dello spettacolo e dello sport. I fortunati alunni hanno potuto infatti ascoltare le parole di Alessandro Preziosi, Alessandro Florenzi, Andrea Rivera, Tiberio Timperi, Laura Morante, Cixi, Giacomo Mazzariol, Amir Issaa. La Corte di Cassazione, aprendo le porte ai giovani, ha voluto far prendere atto, nel luogo più appropriato, dell’importanza dei valori civili, che tutti noi, e non solo gli uomini e le donne preposti, siamo chiamati a difendere.
G.ARDUINI, A.CIOCCOLANTI, M.A.DE FRANCESCO