GIORNATA MONDIALE DELL’ ACQUA 2017

Oggi, 22 Marzo, si festeggia la Giornata Mondiale dell’ acqua ,istituita dalle Nazioni Unite nel 1993, per non dimenticare l’ importanza dell’ acqua e la necesssità di salvaguardarla e renderla accessibile a tutti. Sono infatti circa 750 milioni , secondo l’ Unicef , le persone nel mondo che non hanno accesso ad acqua potabile ; 2,4 miliardi di persone non hanno accesso a servizi igienici-sanitari adeguati. Non solo , 315 mila bambini sotto i 5 anni muoiono ogni anno di malattie causate dall’ acqua contaminata . L’ edizione 2017 della Giornata Mondiale dell’ Acqua pone l’ attenzione sulle acque reflue , cioè quelle acque contaminate da attività domestiche , industriali e agricole , affinchè esse vengano ridotte , depurate e riutilizzate per migliorare la salute umana e ambientale.È quindi di vitale importanza eliminare le discariche,ridurre l’inquinamento , il rilascio di prodotti chimici e scorie pericolose , dimezzare la quantità di acque reflue non trattate , aumentare invece il riciclaggio e il reimpiego sicuro a livello globale.

Anche Papa Francesco, il 24 febbraio scorso , ha ricordato che l’ acqua è un diritto, un bene che appartiene a tutti, invitando inoltre ad ascoltare “Il grido del fratello che ha sete, perchè ogni Stato garantisca l’ accesso universale all’ acqua sicura e di qualità”. Il Santo Padre , inoltre, esorta a riflettere sul fatto che l’ acqua è, purtroppo , vittima di interessi privati e geopolitici, che rischiano di innescare conflitti a livello mondiale.
L’ acqua è fonte di vita. È quindi necessario preservarla e renderla accessibile a tutti, promuovere comportamenti corretti nella società, diffondere la cultura del rispetto perchè , cosa che spesso diamo per scontata, l’ acqua non è una risorsa infinita.
L. Ciuffarella V G