Frosinone-Pescara 3-0.

Importantissima vittoria per i leoni gialloazzuri che superano gli abruzzesi e si prendono la vetta della classifica. Partita entusiasmante fin dall’inizio con Dionisi che dopo 180 secondi di gioco ha la possibilità di sbloccare subito la partita , ma la palla gli schizza al fianco in area , dopo un controllo difettoso tenta di calciare con la punta ma il tiro finisce alto. Ci provano anche Ciano e Matteo Ciofani da fuori ,ma senza impensierire Fiorello. Protagonista del primo quarto d’ora di gioco è sicuramente il n. 1 Bardi che si dimostra di un’altra categoria quando, al 17’, para in due tempi il colpo a botta sicura da distanza ravvicinata del giovane Yamga, salvandosi prima con il tacco del piede e successivamente con il guantone. I ritmi si tengono bassi con le due squadre che si studiano. La fine del primo tempo, ricco di poche occasioni, termina con il Pescara in attacco: un cross di Balzano chiama in causa ancora una volta Bardi, bravo a sventare anche i tiri da fuori di Baez e Brugman. Alla ripresa, dopo soli 5 minuti di gioco ,Ciano decide di cambiare volto al match ,siglando una fantastica rete da 30 metri con un sinistro letale per Fiorello, portando il risultato sull’1-0 per i ciociari. Gli abruzzesi tentano di reagire con Coulybaly che sfrutta un errore difensivo di Ariaudo ,ma il suo tiro centrale è debole. La dura legge del gol colpisce ancora una volta: gol mangiato, gol subito. Sugli sviluppi di un calcio di punizione è ancora Camillo Ciano a pennellare un cross perfetto e Terranova con un ottimo stacco di testa insacca a rete portando il Frosinone sul risultato di 2-0. Nella seconda parte di gara è da evidenziare soprattutto la fantastica prestazione di Maiello, che prende in mano il centrocampo. Poche le emozioni per gli ospiti dopo il raddoppio dei leoni che sfiorano anche il tris al 42’ con un contropiede micidiale di Chibsah e Citro: il ganese strozza troppo la conclusione con la palla che termina sul fondo dopo una partita ad alta intensità. Solo applausi per lui. Il mediano ganese peró non ci sta e allora, dopo sei minuti di gioco ,riceve una palla sui venti metri sugli sviluppi di azione d’angolo, carica il destro e insacca a rete il definitivo 3-0. Una partita perfetta dei ragazzi di Mister Longo ,bravi ad aspettare e colpire nel momento giusto. Ottime le prestazioni di tutti e tre i reparti. Di fronte ad un pubblico di 11.000 persone il Frosinone trova la vittoria ,ma soprattutto il primato in classifica portandosi a +3 da Empoli e Palermo.

Andrea Pro
Emanuele Argento VF